per il bene del PdL, per il bene del paese… fatelo dimettere.

Annunci

Io non considero più il Pdl un partito di centro destra, il Pdl è un partito che va al di sopra degli schieramenti classici, perchè è diventuto (ma forse lo è sempre stato), un parito per la difesa personale di Silvio berlusconi. Questa è l’unico motivo di vita del pdl.

Il Popolo della Libertà non è il partito dei moderati. Ormai lì ci sono solo gli indifendibili, i cagnolini che seguono ligi i voleri del padrone, i corrotti, i corruttori, i disonesti. Un agglomerato di anti-legalità.

La Lega Nord si era distinta nel passato per le sue idee anti corruzione e nella difesa della legalità… beh ora con la continua difesa ad oltranza di Berlusconi si sta rendendo complice di tutte le nefandezze che questo governo sta attuando.

Questa mattina, leggo che Berlusconi è intervenuto a mattino 5 definendo ‘faziose’ e ‘vergognose’ le manifestazioni delle donne di ieri.

MA COME SI PERMETTE, questo omuncolo di trattare in questo modo milioni di donne che manifestano liberamente?
Questo non si rende conto né della carica che ricopre, né di quanti insulti stia sparando a destra e a manca. Ormai è completamente impazzito, se già non se ne avesse avuto la prova in precedenza.

Io credo ancora che ‘la Legge’ sia uguale per tutti, anche se nella pratica questo è chiaramente non vero. Una persona qualunque sarebbe stata fatta a pezzi da tali accuse… lui no, lui ricco e potente e con una schiera di sostenitori accecati dalle sue false promesse… lui puo’ fare quello che vuole. Lui può essere sopra la legge ed evitare qualunque tipo di processo. Lui è sempre innocente!

Non ripeto il fatto che sono disgustato da tutto ciò. Oggi più che mai.

La destra che io ho in mente è diversa dal Berlusconismo.
Destra non vuol dire difendere a spada tratta un uomo solo.
Destra non vuole dire permettere di essere sopra ogni legge.

Sono sempre più sconfortato da quello che succede in questi giorni.

Qual’è la strategia di Berlusconi per cercare di uscire dai guai giudiziari  in cui so è firmato un’altra volta?

Si delinea una difesa ad oltranza facendo leva su quello che in questi anni ha continuato a sostenere ed ad inculcare nella testa della gente.
1. Esiste una serie di giudici politicizzati che mirano ad destituirlo da capo del governo, inventando vicende giudiziarie inesistenti.
2.La sinistra è sempre il vecchio partito comunista con un altro nome.
3.La sinistra vuole introdurre, se andrà al governo, una patrimoniale.
mi limito a questi 3 punti, anche se l’elenco delle fesserie sarebbe lunghissimo.
Ora, se ci si ragiona su un attimo, anche il più stolto può capire  che tutte queste cose sono baggianate dette da un uomo all’angolo con grossi problemi.
La storia dei giudici politicizzati trita e ritrita ormai non so su chi può far breccia. Ditemi un motivo per il quale questi giudici ce l’hanno così tanto col povero Silvio. Per quale interesse questi pm dovrebbero voler sovvertire le istituzioni democratiche. Solo perché hanno un credo politico diverso da quello del premier? Ma veramente c’è ancora qualcuno che crede a questa favola?
Il PD avrebbe ancora vecchi ideali statalisti e comunisti. Ora, credo che a quasi 20 anni dalla morte del PCI, con le generazioni rinnovate, anche questa panzana possa risparmiarsela.
Poi, infine, c’è la storia della patrimoniale. Se i dirigenti del PD, Bersani in testa, hanno smentito completamente, perchè io devo credere di più alle parole di Berlusconi, solo perché sono comunisti e dicono le bugie? O perché il partito dell’amore dice sempre il vero e vince sul partito dell’odio.

Davvero, rendetevi conto che questa persona sta cercando di infangare le istituzioni per interessi personali. Io da libero cittadino, vorrei che tutto quello che viene fatto e detto al telefono da un mio governante fosse pubblico. Un governante non mi deve tenere nascosto nulla, per lo più se si scoprirle che sperpera il denaro pubblico, che è anche mio, per accompagnare le sue ‘compagne’ di giochi in giro per il paese.
E ho detto solo ‘accompagnare’…

Avevo scritto l’ultimo articolo prima di Natale, subito dopo la fiducia ottenuta dal governo alla Camera ed esprimendo come secondo me l’unico vero vincitore fosse stato all’ora Berlusconi.

Ebbene, a poco più di un mese, le vicende personali e non del premier capeggiano le prime pagine dei giornali, non solo Nazionali.

Forse siamo giunti realmente ad un punto di non ritorno, politicamente e personalmente per Berlusconi. Da notare che se la spallata non è riuscita da parte di Fini e dell’opposizione, Berlusconi si sta facendo lo sgambetto da solo. Proprio il suo tenore di vita, il suo vivere comandando e senza regole, disprezzando ogni qualsivoglia legge, fregandosene dei comuni cittadini, Berlusconi sta implodendo su sè stesso.

Sintomatico il fatto che la sua possibilie caduta non sarà a causa della sua politica, ma solo ed esclusivamente per il suo modo di vivere.

Il Pdl dovrebbe a questo punto darsi una mossa e cercare di uscira dal pantano dove si è infilato. Se realmente vuole essere il partito del Centro Destra, democratico e con un futuro, si deve scrollare di dosso il peso che ora è Silvio Berlusconi. Fini ha già abbandonato la nave, probabilmente intuendo anche la situazione che si profilava all’orizzonte e con tutta onestà non vedo futuro nel Pdl se non si riesce a trovare una formula nuova post-berlusconiana.

Non voglio entrare nel merito di quel che succedeva ad Arcore nelle cosiddette ‘feste’ del Cavaliere. La mia opinione è che un rappresentante dello stato, nonchè Primo Ministro, deve essere d’esempio alla Nazione, anche di fronte agli occhi del mondo. Berlusconi sta dando il peggio del peggio all’immagine dell’Italia nel mondo.

Andarsene questa volta mi sembra l’unica via d’uscita.

Ragionando a fine serata, avendo sentito un po’ tutti i pareri odierni, penso che si possa affermare candidamente che chi si puo’ dire soddisfatto della fiducia di oggi ottenuta dal governo è solo ed esclusivamente Silvio Berlusconi. Non sto parlando né del PdL, né della maggioranza in generale, parlo della persona Silvio Berlusconi.

Perchè dico ciò? Beh, perchè è ovviamente chiaro che il PdL ne esce ridimensionato nei numeri data la maggioranza risicata che si ritrova; la Lega avrebbe forse preferito una sfiducia per correre immediatamente alle urne; il centro-sinistra ne esce sconfitto sulla sua mozione di sfiducia e Fini e Fli ne escono forse peggio di tutti.

La sfida era maggiormente tra Berlusconi e Fini e questo round è andata senza ombra di dubbio al premier. Non è una vittoria per l’Italia, si prospetta una ingovernabilità quasi sicura visto soprattutto che questa maggioranza di 3 voti, è formata da ministri e sottosegretari parlamentari che il più delle volte non parteciperanno al voto alla camera. Questa è una maggioranza di facciata che in realtà non esiste più. Il governo andrà avanti perchè Berlusconi lo farà anche in minoranza fino a che il parlamento gli concede la fiducia, perchè l’essere premier è ovviamente il suo scudo più grande contro le inchieste giudiziarie che lo affliggono. La sfida, Berlusconi, l’ha messa assolutamente sul personale, dimostrando che lui è il leader maximo e che Fini ha sbagliato tutto nel tentare di fargli lo sgambetto. Il Leader ha vinto su tutto e tutti.

Vedremo come evolveranno le cose nelle prossime settimane. Berlusconi ha vinto una battaglia, non la guerra che è appena iniziata e che si concluderà con le elezioni (presto o tardi).

Oggi mi è capitato di loggare il nuovo sito di World of Warcraft ridisegnato e mi è capitata una cosa strana, che potete vedere nell’immagine sotto.

In questo messaggio di errore si parla di character al livello 100. Che la Blizzard stia già pensando o lavorando alla prossima espansione già si sà, ma che questa espansione porti avanti di 15 livelli?

Mah… vedremo e sapremo presto.

True Blood

Pubblicato: 8 dicembre 2010 in TV
Tag:, , , ,

Mi è capitata l’estate scorsa di digerirmi intere serie di telefilm americani degli ultimi anni. Un concentrato di più stagioni in pochi giorni.

Questo mese mi son visto le prime due serie di True Blood cosicchè da allinearmi alla terza serie appena iniziata su Fox.

Per gli amanti del genere vampiresco/fantasy/horror/splatter e molto sexy, True Blood è qualcosa di innovativo. Non pensate di trovare vampiri che con la luce del sole si mettono i brillantini. True Blood presenta il vampiro come è nella sua ‘natura’ violenta e con pochi scrupoli. Poco è lasciato all’immaginazione, anche per quel che riguarda le scene di sesso che si sprecano.

I delicati di stomaco non pensino neppure lontanamente di guardare questa serie. Il sangue scorre a fiumi e non si risparmiano scene di ‘nutrimento’ a base del liquido rosso.

In sé l’idea di base è pure innovativa. I Vampiri escono allo scoperto e si rivelano al mondo, chiedendo pari diritti con gli umani. La vicenda politica è un filo sottile che unisce la prima e la seconda serie, tutta basata sulle follie religiose di odio verso la razza vampiresca. In realtà tutto ruota in ogni caso intorno alla vita di Sookie Stackhouse, cameriera che si innamora di un vampiro. Il suo amore (e forse qualche potere non proprio umano) fanno cadere ai suoi piedi molti uomini, tra cui si contano ben due vampiri.

In conclusione vi posso dire che ho trovato la serie molto innovativa nel suo genere.