Archivio per la categoria ‘TV’

Mediaset vs Sky

Pubblicato: 20 settembre 2015 in Attualità, TV
Tag:, , ,

Sky-mediasetCon questo pezzo, torno un po’ a quello che un tempo era il mio argomento preferito di approfondimento: la televisione e la guerra fra le tv.
Nonostante abbia sempre seguito i cambiamenti che negli anni ci hanno portato all’attuale assetto televisivo, avevo abbandonato l’argomento.

Ritorno oggi per pare alcune considerazioni su un argomento in particolare, ovvero la rimozione dei 3 principali canali Mediaset dalla piattaforma Sky.

I fatti.

La scorsa estate, Mediaset dichiara di voler chiedere a Sky un contributo economico per far si che la piattaforma satellitare continui a trasmettere nelle posizioni 104,105 e 105 del proprio telecomando, i 3 canali Mediaset.

Sky risponde picche e adduce al fatto che si tratta di una ritrasmissione del segnale free che Mediaset irradia sul satellite.

Mediaset annuncia che in mancanza di un accordo, dall’8 settembre avrebbe criptato i canali Mediaset impedendone la ritrasmissione.

L’8 settembre i canali 104, 105 e 106 del telecomando Sky non presentano più i 3 canali Mediaset.

La mia posizione.

Ora, io fatico a comprendere, i motivi che hanno portato Mediaset a questo autogol. Forse mi sbaglio… forse non ne capisco abbastanza…

Per esperienza personale, posso dirvi che, essendo un abbonato Sky ed essendo abituato a guardare i canali satellitari, mi capitava di passare dai canali Mediaset, proprio in fase di zapping. Raramente mi capita di andare a guardare i canali del digitale terrestre. Con la mossa di Mediaset posso testimoniare che mi capita veramente di rado ora di andare a vedere cosa trasmettono Canale5, Italia1 e Retequattro, anzi mai.

Io credo che come me anche moltissimi degli altri 5 milioni di abbonati a Sky tendano a questo comportamento. Mi sorge quindi spontanea la domanda… ma perché Mediaset ha agito in questo modo? Io lo trovo soltanto un disagio verso il telespettatore. Canale5, Italia1 e Retequattro sono da sempre tv free. Ora, toglierle dalla piattaforma Sky implica senza dubbio un calo dello share. Quali sono i vantaggi che ora Mediaset ne potrebbe trarre?

Sky poi non si è messa a strapparsi i capelli, anzi… Ha subito chiuso un accordo per piazzare Rai4 (che tra l’altro a mio parere è di gran lunga meglio che vedere una Retequattro) sul canale 104 ed ha piazzato le sue corazzate Skyuno e Fox sui 105 e 106.

Secondo me da parte di Sky, liberare quei 3 canali non è stata poi una grossa perdita, anzi… Sembrerebbe quasi una liberazione. Facciamo spazio a 3 canali Sky!

http://www.consumatrici.it/20/09/2015/spettacoli/televisione/00033719/antonio-ricci-striscia-scendere-dal-satellite-e-una-cazzata-di-mediaset

Annunci

True Blood

Pubblicato: 8 dicembre 2010 in TV
Tag:, , , ,

Mi è capitata l’estate scorsa di digerirmi intere serie di telefilm americani degli ultimi anni. Un concentrato di più stagioni in pochi giorni.

Questo mese mi son visto le prime due serie di True Blood cosicchè da allinearmi alla terza serie appena iniziata su Fox.

Per gli amanti del genere vampiresco/fantasy/horror/splatter e molto sexy, True Blood è qualcosa di innovativo. Non pensate di trovare vampiri che con la luce del sole si mettono i brillantini. True Blood presenta il vampiro come è nella sua ‘natura’ violenta e con pochi scrupoli. Poco è lasciato all’immaginazione, anche per quel che riguarda le scene di sesso che si sprecano.

I delicati di stomaco non pensino neppure lontanamente di guardare questa serie. Il sangue scorre a fiumi e non si risparmiano scene di ‘nutrimento’ a base del liquido rosso.

In sé l’idea di base è pure innovativa. I Vampiri escono allo scoperto e si rivelano al mondo, chiedendo pari diritti con gli umani. La vicenda politica è un filo sottile che unisce la prima e la seconda serie, tutta basata sulle follie religiose di odio verso la razza vampiresca. In realtà tutto ruota in ogni caso intorno alla vita di Sookie Stackhouse, cameriera che si innamora di un vampiro. Il suo amore (e forse qualche potere non proprio umano) fanno cadere ai suoi piedi molti uomini, tra cui si contano ben due vampiri.

In conclusione vi posso dire che ho trovato la serie molto innovativa nel suo genere.

 

I Televisionari

Pubblicato: 13 novembre 2010 in TV

Oggi ho avuto l’occasione di vedere su History Channel un bellissimo documentario, soprattutto per quelli come me che amano la storia della televisione, come e nata e chi furono i pionieri in Italia.

I Televisionari mostrano la nascita della tv libera in Italia partendo addirittura dagli anni 50, dal 1956, due anni dopo la nascita della tv di stato. Questa era una cosa che non sapevo… degli imprenditori nel 1956, a Milano e a Roma, chiesero l’autorizzazione a cominciare la rasmissione di una tv concorrente alla rai. La cosa ovviamente non andò in porto.

La rivoluzione della tv libera negli anni 70 dopo il periodo di clandestinità…

Merita veramente.

Raiset e la tv in Italia

Pubblicato: 13 novembre 2010 in TV
Tag:, , , ,

Quando ero ragazzino (sto parlando quindi degli anni 80), mi ero appassionato tantissimo alla ‘guerra’ televisiva che in quegli anni Silvio Berlusconi, con l’allora Fininvest, portò alla Rai.

Erano gli anni in cui la tv libera era quella di Canale 5 e quella burocratica, pachidermica e, ovviamente, lottizzata era la Rai.

I ragazzi passavano i pomeriggi su Italia 1 seguento il giovane Paolo Bonolis condurre Bim Bum Bam.

Erano gli anni in cui le tv private non potevano trasmettere in diretta ed erano limitate nell’acquisizione di eventi sportivi proprio da questo fatto.

Pero’ quella tv aveva un fascino particolare. Soprattutto per i giovani. Erano gli anni del fenomeno Drive In che rivoluziono’ la tv in Italia.

Qual’è l’enorme differenza tra quella tv e quella ‘moderna’?

La differenza principale è che il principale gruppo privato, Mediaset, e quello pubblico, Rai, formano un unico grande polo. Questo è assolutamente innegabile. In alcuni aspetti la Rai è ripiegata sui contenuti della tv privata (vedi Reality Show vari) mentre Mediaset è divenuta una succursale del governo.

Insomma… una tv tutta uguale a se stessa.

I minatori e il circo mediatico

Pubblicato: 13 ottobre 2010 in TV

C’era da aspettarsi nella giornata di oggi una diretta fiume dal Cile…

I minatori vengono ad uno ad uno tratti in salvo, emozioni forti… ma lasciatemi anche dire che mi sembra tutto televisivamente studiato.

1. La trivella risale.

2. Il minatore viene liberato

3. Il parente pronto all’abbraccio

4. Il parente incontra il minatore e scoppiano le lacrime.

Indubbiamente di forti emozioni… ma tutto ciò non ricorda molto tanti reality visti in questi anni?

Spartacus: blood and sand.

Pubblicato: 12 ottobre 2010 in TV

Ho iniziato fa qualche giorno s vedermi la prima stagione di questo serial trasmesso in America da Starz. Un serial che per la sua violenza, credo che non verrà mai passato in Italia dalla tv generalista.
Il telefilm si può riassumere in un mix tra “Il Gladiatori” e “300”. Ambientazione ‘gladiatori’ e violenza e fotografia molto 300.
Quello che ne esce è davvero un prodotto notevole.
La seconda stagione della serie sembra dovrà fare a meno del suo attore protagonista, Andy Whitfield, dopo aver scoperto di avere un cancro.

Nuovi serial

Pubblicato: 10 ottobre 2010 in TV

Si è aperta la nuova stagione televisiva ed Ho potuto vedere le season premiere di due nuovi serial che sembrano promettere bene.
Con tutta sincerità, vado un po’ coi piedi di piombo, visto che la scorsa stagione mi ero appassionato per Flashforward, che dopo una sola serie è stato malamente interrotto.
Le due nuove serie che ho seguito sono “No Ordinary Family”, in onda su Fox e “The Event” in onda Su Joi (dtt).
Il primo racconta le vicende di una famiglia americana, padre, madre e due figli che si ritrovano dopo un incidente aereo a possedere dei particolari superpoteri.
Il secondo racconta le vicende di un ragazzo che si trova coinvolto in un intrigo tra sparizione, cia, alieni e quant altro.
Entrambe le serie promettono bene, vedremo tra qualche settimana come andranno gli ascolti americani, perché da quello dipende la sopravvivenza ti tutti gli show che arrivano da oltre oceano.