Rischio di implosione

Pubblicato: 18 gennaio 2011 in Attualità, Politica
Tag:, , ,

Avevo scritto l’ultimo articolo prima di Natale, subito dopo la fiducia ottenuta dal governo alla Camera ed esprimendo come secondo me l’unico vero vincitore fosse stato all’ora Berlusconi.

Ebbene, a poco più di un mese, le vicende personali e non del premier capeggiano le prime pagine dei giornali, non solo Nazionali.

Forse siamo giunti realmente ad un punto di non ritorno, politicamente e personalmente per Berlusconi. Da notare che se la spallata non è riuscita da parte di Fini e dell’opposizione, Berlusconi si sta facendo lo sgambetto da solo. Proprio il suo tenore di vita, il suo vivere comandando e senza regole, disprezzando ogni qualsivoglia legge, fregandosene dei comuni cittadini, Berlusconi sta implodendo su sè stesso.

Sintomatico il fatto che la sua possibilie caduta non sarà a causa della sua politica, ma solo ed esclusivamente per il suo modo di vivere.

Il Pdl dovrebbe a questo punto darsi una mossa e cercare di uscira dal pantano dove si è infilato. Se realmente vuole essere il partito del Centro Destra, democratico e con un futuro, si deve scrollare di dosso il peso che ora è Silvio Berlusconi. Fini ha già abbandonato la nave, probabilmente intuendo anche la situazione che si profilava all’orizzonte e con tutta onestà non vedo futuro nel Pdl se non si riesce a trovare una formula nuova post-berlusconiana.

Non voglio entrare nel merito di quel che succedeva ad Arcore nelle cosiddette ‘feste’ del Cavaliere. La mia opinione è che un rappresentante dello stato, nonchè Primo Ministro, deve essere d’esempio alla Nazione, anche di fronte agli occhi del mondo. Berlusconi sta dando il peggio del peggio all’immagine dell’Italia nel mondo.

Andarsene questa volta mi sembra l’unica via d’uscita.

Annunci
commenti
  1. dariaedacqua ha detto:

    Quello che, personalmente, più mi preoccupa é il DOPO-Berlusconi..che sia Post-Mortem o Post- Ritiro..CHI c’é in grado di prendere in mano le redini di questo paese disastrato? Gli ultimi 20 anni di vicende [per non dire di più] ci metteranno altrettanto per essere lavati via definitivamente..
    Ahimé.

    • donant ha detto:

      Visto come, alla fine, questi ultimi 20 anni siamo stati governati, non so se potremmo trovare di peggio.
      Quello che a me più non va giù, è come all’estero ci prendono in giro, come vedono dall’estero l’Italia. E t’assicuro che ho molti amici europei e il nostro premier è considerato realmente un pagliaccio.

      • dariaedacqua ha detto:

        Ne sono ben consapevole, purtroppo.
        E’ l’immagine del paese..ed essendo così LUI il giudizio si estende a tutta la classe elettorale. Ma..sicuri si sbaglino? Qualcuno l’ha votato, lo vota e lo voterà e a quanto pare – fino alle ultime elezioni – questo ‘qualcuno’ equivale alla maggioranza dei votanti.

      • donant ha detto:

        Il problema è solo ed di carattere informativo e di controllo dell’opinione pubblica con i media. E’ una specie di narcotizzazione dell’elettorato. Tu lo droghi e questo ti segue e fa quello che vuoi, fino a che (se ci riesce) si sveglia e si rende conto di quello che è successo e sta succedendo.
        Io ti parlo da elettore di centro-destra, io Berlusconi l’ho votato, ed ero proprio così… con la convinzione (e oggi mi spiego il perchè solo per il motivo che ho detto sopra) che i magistrati fossero politicizzati, che i magistrati fossero un braccio della sinistra per farlo fuori, che anche se faceva i suoi interessi l’importante è che facesse anche quelli del paese… e tutte le fandonie che ancora una volta ci sta propinando. Poi, uno si informa, comincia a leggere quello che realmente è successo in questi anni, la storia del politico Berlusconi e dell’imprenditore Berlusconi e si accorge di esser stato preso per il culo.
        Una delle cose che più mi ha lasciato perplesso la scorsa estate, a parte le campagne stampa dei giornali amici, è stato il voler metter mano alla legge sulle intercettazioni telefoniche.
        Io mi dicevo… quando io parlo al telefono, io non ho nulla da nascondere. Io non faccio nulla di illegale. Se qualcuno mi intercetta, chissenefrega! Se a qualcuno viene intercettata una telefonata nella quale si parla chiaramente di qualcosa di illegale ed ad essa sono legate vicende poco chiare… per quale motivo non si deve indagare su queste cose?
        La risposta forse è proprio nei fatti di questi giorni. Nelle intercettazioni delle quali, altrimenti, non avremmo mai potuto avere notizia. Il Berlusconi imprenditore che violava le leggi per i suoi interessi al Paese poteva passare agli occhi dei suoi elettori. Il Berlusconi che fa orge in casa sua, con minorenni può essere veramente un tema diverso e che colpisce di più l’opinione pubblica.
        Ieri sera a Ballarò ho visto ancora l’ennesimo tentativo da parte dei rappresentanti del Pdl di difendere ad oltranza il premier. La tecnica è sempre la stessa, interrompere quelli che stan parlando e cercare di non far comprendere i discorsi delle voci dissonanti.

        Il problema grosso è che di fronte alla situazione di questi giorni c’e’ anche un problema morale. Le persone in italia sono dei finti moralisti e si sà, ma la Chiesa Cattolica, come entità religiosa non può soprassedere alle cose che stanno uscendo. Già ieri si sono avute delle prese di posizione da parte dei vertici ecclesiastici. Sappiamo quanto la Chiesa Cattolica conti in Italia, se il Vaticano gira le spalle a Berlusconi, allora è proprio la fine per il Premier.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...